PALLINA INFETTUOSA

Una bella storiella pensata per bimbi ispirata al coronavirus. Libro con illustrazioni iniziali della bravissima illustratrice Gabriela Jantoniu

8.00

100 disponibili

COD: 9788894506761 Categoria:

Dettagli

Pages

70 Pagine

Cover Design

Bartolomeo Telesca, Michelangelo D'Auria

Publisher

Edizioni Hermaion

Language

Italiano

ISBN

9788894506761

Released

Marzo 2021

Conosci l'autore

Michelangelo D'Auria

Michelangelo D'Auria

Michelangelo d’Auria, lucano di nascita, francese d’adozione, insegnante per vocazione, ha vissuto una ventennale esperienza lavorativa in Francia, in qualità di docente nei corsi di lingua e cultura italiana e, negli ultimi anni, con il ruolo di “Attachè culturel” presso il Consolato d’Italia di Chambèry, in Savoia. Trasferitosi in Italia per fine contratto con il M. A. E. , ha insegnato per otto anni nelle scuole bilingue della Valle a’Aosta. Ha concluso la carriera di docente nelle scuole elementari del capoluogo lucano.
Appassionato di pittura, ha al suo attivo numerose mostre personali e collettive in regione e fuori.
Negli ultimi anni si è dedicato con altrettanta passione alla scrittura di racconti.
Nel 2018 ha pubblicato il suo primo libro dal titolo “ I racconti del camino”; nel 2019.un racconto autobiografico dal titolo “La calda estate del ’75 e nel 2020 “Il festival delle Dolomiti lucane”, con la collaborazione dell’amico Donato Aicale. Vive tra Potenza e Tolve, suo paese natìo.
Portata dal vento e dal canto degli uccelli, la voce della sua presenza misteriosa correva di bocca in bocca; l’eco si propagava di valle in valle,di fiume in fiume, di monte in monte, attraversava deserti aridi e si amplificava lungo le immense pianure di uno sterminato paese, incutendo timore e incredulità, terrorizzando gli abitanti.

Venti pagine per un racconto mi sembrano eccessive: “La mia favola è breve e già compita”, scriveva il Petrarca.

Così ho esordito con Michelangelo quando mi ha chiesto di leggere il suo ultimo racconto. Mi sono avvalsa della citazione del Petrarca per confrontarmi con lui sulla magia della scrittura e sul fascino che la determinano. Che presuntuosa! Discutere con chi ama la libertà delle Parole, pur ricorrendo, a volte, a qualche trasgressione.

Un bel racconto non è solo un racconto ben scritto, ma l’avvicendarsi di parole ed emozioni che non ti fanno distaccare gli occhi dal testo.

Questa la cifra del racconto di Michelangelo d’Auria.

Pallina In-Fettuosa è una fiaba realistica che narra una realtà che ha accomunato in un anno, il 2020, le vite di tutti gli uomini e le donne della terra.

L’incipit lascia prefigurare una fiaba meravigliosa. E lo è; per il fascino narrativo, la fluidità e l’efficacia della scrittura. Stupisce la delicatezza con cui lo scrittore affronta un tema forte, che è ancora in essere, con il fascino della fiaba che incanta adulti e bambini.

Può un esserino di poco conto, una pallina colorata, che ama il respiro del mare, i suoni della natura, le melodie degli strumenti musicali, il canto degli uccelli, essere tanto cattiva da scompaginare l’ordine di “Questa bella famiglia di erbe, animali ed esseri umani”, per dirla con il Foscolo?

Trasportata dal vento, viaggia per sentieri di campagne e città, sfiorando oceani immensi e deserti aridi. Si sente spesso sola, avvilita, disperata, ma l’istinto di sopravvivenza è una forza a cui nessuno può sottrarsi.

Così, piano piano, ci fa dimenticare che il suo essere tra noi è la nostra morte. E ci conquista la sua tenera dolcezza. Anche lei, come ognuno di noi, trova conforto nel fascino dei tramonti, nel picchiettio della pioggia, nella melodia accattivante di uno strumento musicale. Insomma, Pallina affascina, schiude orizzonti ambiziosi e sfidanti, danzando sospesa tra sogno e realtà.

Il racconto di Michelangelo accompagna il lettore attraverso un viaggio solo apparentemente immaginifico. Ciò che dona magia alla narrazione è la straordinaria possibilità per il lettore, di cogliere il motivo per cui vale la pena vivere, che è il fascino stesso della vita.