FEMMINILE SINGOLARE

Prima di iniziare a parlarvi a ruota libera di un argomento sul quale mi sento in dovere di esprimermi, vi spiego perché ho deciso di fare questo salto nel vuoto: scrivere un libro. Una delle cose che amo veramente tanto fare, quando ho un po’ di tempo da dedicarmi, è leggere. Dal momento che per me è vitale tenermi informata, leggo di tutto: dalle ultime notizie dei quotidiani online, a saggi di divulgazione scientifica, che onestamente sono i miei prediletti. Prima di leggere, però, devo assicurarmi che i miei nootropi siano d’accordo: sono molto esigenti. Perciò: niente vicini che decidono di demolire e ricostruire una ventina di volte casa loro proprio quando io sfioro la copertina del libro che voglio leggere; nessun gruppo di bambini urlanti che fa a gara di schiamazzi con un altro ammasso infinitamente grande di marmocchi che nemmeno sapevo fosse nei paraggi di casa mia, e che probabilmente è stato teletrasportato dagli alieni con il solo ed unico scopo di non far scorrere i miei bulbi oculari su quelle sacrosante righe che implorano soltanto di essere lette; niente cani che si sbranano a vicenda; niente sinfonia di clacson di automobili e di sirene di ambulanze. Per far sì che ciò avvenga, diciamo che dovrebbero allinearsi i pianeti, ma codesta è semplicemente una piccolezza. Suvvia che sarà mai?!

Libro molto bello di una giovanissima scrittrice emergente.

10.00

COD: 9788894618037 Categoria:

Dettagli

Dimensioni 15 × 1.5 × 21 cm
Pages

120 Pagine

Cover Design

Bartolomeo Telesca, Iannarelli Marianna

Publisher

Edizioni Hermaion

Language

Italiano

ISBN

9788894618037

Released

Settembre 2021

Conosci l'autore

Marianna Iannarelli

Marianna Iannarelli

Marianna Iannarelli (Potenza, 2004) è una studentessa del percorso di potenziamento-orientamento “biologia con curvatura biomedica” del liceo classico Quinto Orazio Flacco. Amante della scienza e delle lingue straniere, si interessa di questioni globali e di genere.

A volte si è stanchi di non essere ascoltati. Ma non sempre sono gli altri ad avere le orecchie tappate. Forse è il tuo tono di voce che è troppo basso. Scrivere questo libro è stato il mio modo di urlare.

But now, che ne dite di fare un’amabile passeggiata fino ad arrivare al punto di svolta della mia breve vita?

Venite con me!

Suvvia che sarà mai?!